Home / Blockchain / Dal ticketing ai salari, il calcio esplora il potere della blockchain – Tech News

Dal ticketing ai salari, il calcio esplora il potere della blockchain – Tech News

Le società calcistiche stanno iniziando a sfruttare il potenziale della tecnologia blockchain come un modo innovativo per affrontare questioni di vecchia data come scalping dei biglietti, coinvolgimento dei fan e pagamento degli stipendi dei giocatori.

Considerato da molti rivoluzionario come Internet, un blockchain è un database condiviso attraverso una rete di centinaia di computer. Una volta che un record è stato aggiunto alla catena è molto difficile da manomettere. E per garantire che tutte le copie del database siano le stesse, la rete effettua controlli costanti.

I blockchain sono stati utilizzati in modo predominante come strumento per criptovaluta Bitcoin, ma stanno emergendo molti altri possibili usi dalle cartelle cliniche alle banche e ora allo sport.

"Blockchain ha il potere di essere l'infrastruttura sottostante su cui funziona lo sport", ha dichiarato Michael Broughton di Sports Investment Partners mentre il World Football Summit di due giorni ha preso il via a Madrid.

"Proprio come i telefoni cellulari e le app sono oggi un'espressione più ampia dell'Internet sottostante, così lo sport può costruire su blockchain".

Dopo che i campioni francesi Paris Saint-Germain hanno annunciato all'inizio di questo mese che stavano lanciando la loro criptovaluta in partnership con Socios.com, una società di blockchain con sede a Malta, i giganti italiani della Juventus hanno annunciato che lunedì avrebbero fatto lo stesso.

I fan dei due club potranno acquistare gettoni con il marchio del club che hanno diritto di voto e accedere a contenuti e premi esclusivi.

"Potenziale senza limiti"

L'Arsenal inglese ha annunciato a gennaio di aver raggiunto un accordo con la Cashbet con sede in California per lanciare la propria criptovaluta che sarebbe stata utilizzata per scommettere sulle partite.

La tecnologia potrebbe anche avere implicazioni significative per la vendita dei biglietti.

L'organo di governo del calcio europeo La UEFA ha utilizzato la tecnologia blockchain per vendere tutti i biglietti per la finale della Supercoppa a Tallinn nel mese di agosto tra il Real Madrid e l'Atletico Madrid, impedendo la duplicazione dei biglietti.

In segno del crescente interesse del mondo del calcio in blockchain, la star argentina di Barcellona Lionel Messi a dicembre è diventata un'ambasciatrice del marchio per la start-up israeliana Sirin Labs che ha sviluppato un telefono cellulare ultra-sicuro che utilizza la tecnologia.

L'ex attaccante del Liverpool e dell'Inghilterra Michael Owen all'inizio di quest'anno ha investito in Global Crypto Offering Exchange (GCOX) con sede a Hong Kong, una piattaforma globale che consente alle celebrità di creare e elencare i propri "token".

"Credo che la tecnologia blockchain detenga il futuro: ha un potenziale illimitato che dobbiamo ancora esplorare completamente", ha affermato Owen all'epoca.

"Porta trasparenza"

La tecnologia sta anche iniziando – anche se su scala molto ridotta – per essere utilizzata per pagare i giocatori, che alcuni ritengono possano aiutare a eliminare la corruzione nel calcio.

Gibilterra United ha annunciato a luglio che sarebbe diventata la prima squadra di calcio del mondo a pagare i suoi giocatori in criptovaluta mentre il minuscolo club turco Harunustaspor ha fatto notizia a inizio anno annunciando di aver effettuato il primo trasferimento al mondo di un giocatore in bitcoin .

"Potrebbe portare trasparenza al mondo del calcio", ha detto Pablo Dana di Heritage Sports Holding, proprietaria di Gibilterra United, che ad agosto ha acquistato il 25% della terza divisione italiana di Rimini utilizzando una moneta digitale.

Broughton ha accettato, affermando che "avere l'identità di un giocatore e la registrazione sulla blockchain potrebbe fornire maggiore trasparenza ai sistemi di trasferimento e proprietà".

La tecnologia potrebbe anche essere utilizzata insieme all'analisi dei big data, per identificare le future stelle del calcio, secondo Olivier Jarosz, responsabile degli affari dei club della European Club Association con sede in Svizzera.

"È possibile attraverso il database cercare di scoprire i più grandi potenziali senza inviare 200 scout", ha detto.

Ma Sam Jones del London Football Exchange ha avvertito che "non puoi assicurarti" contro alcune delle nuove cryptpocurrencies che usano blockchain.

"Voi (state) contando sulla speranza e sulla speranza è l'ingrediente chiave di una bolla", ha detto. – AFP Relaxnews

Source link