Home / Ethereum / Co-fondatore di Ethereum: Criptovaluta Il prossimo passo logico nell'evoluzione del denaro

Co-fondatore di Ethereum: Criptovaluta Il prossimo passo logico nell'evoluzione del denaro



Considera che anni fa l'idea della carta moneta – per non parlare di denaro digitale – sembrava astratto. Infatti, quando Marco Polo tornò per la prima volta dai suoi viaggi in Oriente, le sue storie di persone in Cina usando rappresentazioni cartacee di denaro (al contrario del metallo) furono screditate come stregoneria.

Ci vorrebbe fino alla fine del 17 ° secolo per l'idea di prendere effettivamente piede. Questo è simile alle forme successive di denaro derivato come criptovalute, trasferite elettronicamente attraverso reti informatiche, che richiedono tempo per essere afferrate e accettate dal mainstream.

L'evoluzione naturale del denaro

Ma questi dati crittografati sono semplicemente la più nuova forma di rappresentazione del valore – la versione del 21 ° secolo della valuta cartacea, secondo Joe Lubin, fondatore di ConsenSys e co-fondatore di Ethereum. Considera questa citazione fornita dallo scienziato cognitivo Margaret Boden che scrive La mente creativa: miti e meccanismi:

"Alcune delle più importanti creazioni umane sono state i nuovi sistemi di rappresentazione. Questi includono notazioni formali, come numeri arabi (senza dimenticare zero), formule chimiche, o righi, minimi e semiminime usati dai musicisti. I linguaggi di programmazione sono un esempio più recente. "

Quindi, pensando in questo modo, le criptovalute sono per molti versi una naturale evoluzione dei sistemi rappresentativi precedenti. Ma, a differenza della finanza gestita dal governo, i suoi protocolli riducono al minimo la necessità di fidarsi degli altri attori del sistema, perché, come sappiamo, le criptovalute consentono la fiducia da pari a pari, sia decentralizzata che aperta.

Lubin poi fa apparire Hernando de Soto, che ha scritto in Il mistero del capitale:

"Poiché le rappresentazioni di valore diventano meno pesanti e più virtuali, le persone sono comprensibilmente scettiche."

De Soto era interessato all'emergere dei sistemi di proprietà e al modo in cui potevano andare oltre le culture, aumentare la fiducia e ridurre l'attrito per la creazione di nuovo capitale. Tuttavia, ha concluso che coloro i cui beni non erano tracciati dalle necessarie burocrazie erano inutilizzabili, o "invisibili e sterili nel mercato".

Lubin non è d'accordo, affermando che il nuovo sistema criptovaluta fornisce informazioni, riduce i costi e aggiunge valore alle transazioni tra chi possiede cosa. Questo, sostiene, crea consenso senza un attore centrale. A sua volta, la conseguenza stessa di questo nuovo sistema consente agli agenti economici di scoprire il potenziale in nuovi tipi di risorse, che si tratti di "titoli di terra digitalizzati, sistemi di credito per consumare musica, flussi di pagamento tra dispositivi Internet of Things o dati utente sul Internet."

Invece di rapporti conflittuali tra società e cliente, le criptovalute consentiranno relazioni collettive di buon livello su piattaforme aperte in rete, spiega Lubin. "Ci vorrà del tempo, sì, ma l'assorbimento [so far] è stato veloce. "

Come riportato da NewsBTCLubin ha parlato all'inizio di questo mese con CNN Money, dove ha sostenuto le sue affermazioni sul futuro delle criptovalute, arrivando a dire che i beni di oggi saranno tutti, ad un certo punto, rappresentati da una risorsa cripto:

“[Cryptocurrencies] sono una tecnologia che avrà un impatto sul modo in cui i sistemi economici, sociali e politici saranno costruiti nei prossimi decenni. Quindi siamo proprio all'inizio di questo. Ci sarà così tanta evoluzione, [as] la tecnologia è ancora abbastanza immatura e c'è così tanta evoluzione in questo spazio [already]. Tutto ciò che è una risorsa in questo momento probabilmente avrà una rappresentazione come risorsa crittografica in futuro, quindi c'è così tanta crescita in futuro. "

Immagine da Shutterstock

Source link