Home / Others / Perché Monero [XMR] e Bitcoin [BTC] sono due lati della moneta cypherpunk

Perché Monero [XMR] e Bitcoin [BTC] sono due lati della moneta cypherpunk

Opinione: Bitcoin [BTC] è di gran lunga la criptovaluta più nota e conosciuta. Ha anche una posizione dominante assoluta sul mercato delle criptovalute, visto che la sua quota di mercato supera il 50%.

Tuttavia, esiste un'altra moneta che dimostra un caso d'uso che sarà sempre richiesto. Proprio come Bitcoin, questa moneta è emersa come una risposta ai governi e alla loro invasione nella privacy. Questo gli dà una posizione come una moneta che non fallirà, a patto che continui a stare al passo con gli sviluppi nello spazio.

La moneta in questione è Monero [XMR]. A causa della sua attenzione alla privacy assoluta e alla cultura dell'anarchia e dell'anonimato che la circonda, la moneta si è ritagliata una nicchia per se stessa. Allo stesso tempo, rappresenta un lato oscuro delle criptovalute, che funziona come il rovescio della medaglia di Bitcoin.

Lo stesso Bitcoin divenne famoso grazie al suo utilizzo sul famoso mercato del Dark Web, noto come Silk Road. Questo sito è stato un punto di riferimento per il traffico di sostanze illegali, armi da fuoco e persino killer presenti in noleggio. Un mercato come questo dimostra notevoli preoccupazioni per la privacy, un caso d'uso che il piccolo Bitcoin era disposto a riempire.

A causa degli unici fattori identificativi di una transazione Bitcoin come gli indirizzi del portafoglio, la pseudonimia che offriva divenne una scelta naturale per le transazioni oscure che si svolgevano sul mercato.

I rivenditori sul sito Web hanno iniziato ad accettare Bitcoin in gran numero, portando a titoli infiniti e contribuendo costantemente all'immagine di Bitcoin come moneta usata per transazioni illegali.

Tuttavia, poiché gli scambi hanno iniziato a legare identità agli indirizzi di portafoglio, che possono essere chiaramente rintracciati attraverso la natura trasparente della blockchain, l'uso illecito di Bitcoin è diminuito. Ciò ha creato uno spazio affinché una nuova moneta venisse alla ribalta, e così è stato.

Rilasciato nell'aprile del 2014, Monero era originariamente chiamato BitMonero ed era un fork dal codebase di Bytecoin [BCN]. In seguito è cresciuto in base all'algoritmo Proof-of-Work di CryptoNight, un'evoluzione del protocollo CryptoNote. È diverso da Bitcoin, in quanto questo algoritmo presenta differenze significative in relazione alle sue caratteristiche di privacy.

La privacy di Monero deriva principalmente dalle firme degli anelli e dagli indirizzi invisibili. Il primo consente la riservatezza degli input delle transazioni mescolandoli con un gruppo di quelli simili. Ciò rende difficile stabilire un collegamento tra le transazioni.

Ci sono anche indirizzi stealth da considerare, che vengono generati per ogni transazione. Ciò rende effettivamente impossibile scoprire l'effettivo indirizzo di destinazione di una transazione. Solo chi ha inviato e ricevuto la transazione è a conoscenza degli indirizzi veri. Esiste anche una funzionalità nota come transazioni confidenziali ad anello, che nasconde l'importo trasferito.

Queste caratteristiche hanno spinto Monero come l'opzione principale per le transazioni anonime. Inoltre, coloro che desideravano effettuare transazioni anonime "rovesciavano" le loro monete attraverso Monero per una privacy assoluta.

La moneta ha visto un forte aumento di utilizzo nell'anno 2016, in coincidenza con l'aumento dell'uso di Monero in attacchi ransomware e script di estrazione della moneta.

Mentre le criptovalute stanno cominciando a conformarsi alle norme normative e crescono come una classe di attività, Monero mantiene la visione anarco-capitalista che ha creato Bitcoin. Funzionando sul lato oscuro dei mercati che esisteranno sempre finché le cose sono illegali, Monero rimane l'ultimo baluardo dei cypherpunks.

Source link