Home / Blockchain / Perché Blockchain non è un proiettile d'argento per minacce informatiche

Perché Blockchain non è un proiettile d'argento per minacce informatiche

<div _ngcontent-c15 = "" innerhtml = "

Cos'è la blockchain? Innanzitutto, immagina un foglio di lavoro che viene riprodotto migliaia di volte su una rete di computer. Quindi immagina che questa rete sia progettata per aggiornare regolarmente questo foglio di calcolo e il suo database condiviso e continuamente riconciliato.

Ora hai una buona idea di come funziona la blockchain, ma anche perché blockchain costituisce una rivoluzione sul modo in cui le informazioni sono condivise e protette sulla rete.

Poiché il database blockchain non è memorizzato in nessuna singola posizione, significa che i suoi record sono facilmente verificabili. Nessuna versione centralizzata di queste informazioni esiste per la corruzione di un hacker, e dal momento che i dati sono ospitati da milioni di computer contemporaneamente, è accessibile a chiunque su Internet. Ma è anche protetto perché dopo ogni transazione all'interno del libro mastro condiviso; e una volta che tutti i registri corrispondono a tutti i computer della rete; la transazione è crittografata con il resto in quello che è noto come un blocco. & nbsp; Il nuovo blocco viene quindi aggiunto ai blocchi precedenti esistenti per formare una catena di blocchi, quindi blockchain.

Ora, è vero che blockchain riceve una cattiva stampa a causa della sua associazione con Bitcoin, che si trova sotto assedio finanziario e politico. Criptovalute come blockchain perché consente a tutte le parti di tracciare, verificare e concordare transazioni, anche quando i singoli partecipanti rimangono anonimi. Ma questo è solo uno degli usi della blockchain. Oltre a Blockchain stesso, un numero crescente di aziende come Ethereum e Blockstack offrono la stessa architettura decentralizzata per proteggere e autenticare tutti i tipi di dati. Microsoft, Walmart e JPMorgan stanno già iniziando a implementare le proprie reti private di blockchain in cui solo partner, fornitori o clienti hanno potuto partecipare mentre distribuivano migliaia di transazioni al secondo.

Gli esperti prevedono che la tecnologia basata su blockchain rivoluzionerà presto il settore sanitario e l'industria finanziaria, proteggendo i record dei pazienti e dei clienti attraverso un sistema di contabilità costantemente aggiornato ma decentralizzato. & Nbsp; Blockchain viene pubblicizzata come la soluzione alle vaste sfide logistiche del Pentagono e, a dicembre, il presidente Trump ha firmato un disegno di legge che chiede al resto del governo federale di esaminare i potenziali benefici della blockchain.

Nel suo nuovo libro, Vita dopo GoogleGeorge Gilder va ancora oltre. Poiché la tecnologia blockchain prolifera e sostituisce i vecchi sistemi centralizzati più clunziosi per la condivisione e la protezione dei dati, prevede che il risultato sarà quello che definisce Great Unbundling, in quanto le informazioni e le transazioni su Internet vengono ricollegate senza Google e altri intermediari ", riducendo drasticamente i costi delle transazioni, svolta [independent] imprese in reti, distribuendo potere economico e consentendo sia la creazione di ricchezza sia un futuro più prospero ".

Gilder potrebbe avere ragione. Prima che diventiamo troppo eccitati, tuttavia, è importante notare che c'è una nuvola che si profila all'orizzonte del blockchain. Si chiama tecnologia quantistica.

Come abbiamo notato in questo spazio molte volte, i computer quantistici di domani saranno più potenti dei moderni computer digitali di oggi. La tecnologia quantistica sarà pronta a decrittografare i complessi algoritmi utilizzati dai sistemi di crittografia asimmetrica per proteggere quasi tutti i dati elettronici, inclusa la blockchain.

Perché alla fine la tecnologia blockchain utilizza ancora gli stessi blocchi costitutivi crittografici che sono a rischio di assalto computer quantico. Più in particolare, le blockchain fanno affidamento su ECC – Crittografia a curve ellittiche – per l'autenticazione che può essere interrotta dai futuri computer quantistici. Quindi, invece della risposta a tutte le nostre vulnerabilità alla cibersicurezza, le blockchain potrebbero diventare vulnerabili tanto quanto i browser Web, le VPN e altri sistemi.

Fortunatamente, il problema – la tecnologia quantistica – è anche la soluzione. Banche, governi e private cloud trasportano già generatori di numeri casuali quantici (QRNG) che proteggono le comunicazioni point-to-point con la stessa efficienza del pad di una spia.

Ancora più importante è lo sviluppo e l'implementazione di algoritmi resistenti ai quanti resistenti che possano rafforzare le difese di crittografia della blockchain. Proprio come la crittografia asimmetrica utilizza difficili problemi matematici per bloccare i computer classici, gli algoritmi resistenti ai quanti utilizzano problemi matematici ancora più difficili per bloccare un computer quantistico. Oggi l'Istituto nazionale degli standard e della tecnologia sta cercando di stabilire lo standard nazionale per questi algoritmi di prossima generazione. Molte società private stanno già sviluppando questi algoritmi: e alcuni stanno addirittura prendendo in mano la sfida di creare una tecnologia di blockchain resistente ai quanti.

Il Quantum Resistant Ledger basato su U.KK, ad esempio, sta sperimentando modi per creare una criptovaluta resistente ai quanti, con la "comprensione che gli schemi di firma crittografica esistenti più diffusi (come ECDSA [i.e. a variant of ECC]) nello spazio criptovaluta sono vulnerabili a un computer quantistico sufficientemente potente … "Un'altra azienda britannica, Ubiquicoin, ha annunciato il suo obiettivo di" diventare la prima blockchain resistente agli attacchi informatici di calcolo quantico ".

In definitiva l'aggiunta di effettive chiavi quantistiche al software blockchain e tutti i dati crittografati forniranno il prossimo livello di sicurezza sia nei computer classici che in quelli quantistici. Ma anche le chiavi quantistiche non sono la pallottola d'argento per porre fine a tutte le future minacce informatiche, non più della blockchain, e l'ammodernamento di una blockchain basata sulla classe per renderla resistente ai quanti richiederà molto tempo e denaro. I governi e le aziende devono iniziare a rendersi conto adesso, che nessuno vuole un prodotto basato su blockchain che sarà vulnerabile agli attacchi di domani, indipendentemente da quanto possa apparire sicuro oggi.

">

Cos'è la blockchain? Innanzitutto, immagina un foglio di lavoro che viene riprodotto migliaia di volte su una rete di computer. Quindi immagina che questa rete sia progettata per aggiornare regolarmente questo foglio di calcolo e il suo database condiviso e continuamente riconciliato.

Ora hai una buona idea di come funziona la blockchain, ma anche perché blockchain costituisce una rivoluzione sul modo in cui le informazioni sono condivise e protette sulla rete.

Poiché il database blockchain non è memorizzato in nessuna singola posizione, significa che i suoi record sono facilmente verificabili. Nessuna versione centralizzata di queste informazioni esiste per la corruzione di un hacker, e dal momento che i dati sono ospitati da milioni di computer contemporaneamente, è accessibile a chiunque su Internet. Ma è anche protetto perché dopo ogni transazione all'interno del libro mastro condiviso; e una volta che tutti i registri corrispondono a tutti i computer della rete; la transazione è crittografata con il resto in quello che è noto come un blocco. Il nuovo blocco viene quindi aggiunto ai blocchi precedenti esistenti per formare una catena di blocchi, quindi blockchain.

Ora, è vero che blockchain riceve una cattiva stampa a causa della sua associazione con Bitcoin, che si trova sotto assedio finanziario e politico. Criptovalute come blockchain perché consente a tutte le parti di tracciare, verificare e concordare transazioni, anche quando i singoli partecipanti rimangono anonimi. Ma questo è solo uno degli usi della blockchain. Oltre a Blockchain stesso, un numero crescente di aziende come Ethereum e Blockstack offrono la stessa architettura decentralizzata per proteggere e autenticare tutti i tipi di dati. Microsoft, Walmart e JPMorgan stanno già iniziando a implementare le proprie reti private di blockchain in cui solo partner, fornitori o clienti hanno potuto partecipare mentre distribuivano migliaia di transazioni al secondo.

Gli esperti prevedono che la tecnologia basata su blockchain rivoluzionerà presto l'industria della sanità e l'industria finanziaria, proteggendo i record dei pazienti e dei clienti attraverso un sistema di contabilità costantemente aggiornato ma decentralizzato. Blockchain viene pubblicizzata come la soluzione alle vaste sfide logistiche del Pentagono e, a dicembre, il presidente Trump ha firmato un disegno di legge che chiede al resto del governo federale di esaminare i potenziali benefici della blockchain.

Nel suo nuovo libro, Vita dopo GoogleGeorge Gilder va ancora oltre. Poiché la tecnologia blockchain prolifera e sostituisce i vecchi sistemi centralizzati più clunziosi per la condivisione e la protezione dei dati, prevede che il risultato sarà quello che definisce Great Unbundling, in quanto le informazioni e le transazioni su Internet vengono ricollegate senza Google e altri intermediari ", riducendo drasticamente i costi delle transazioni, svolta [independent] imprese in reti, distribuendo potere economico e consentendo sia la creazione di ricchezza sia un futuro più prospero ".

Gilder potrebbe avere ragione. Prima che diventiamo troppo eccitati, tuttavia, è importante notare che c'è una nuvola che si profila all'orizzonte del blockchain. Si chiama tecnologia quantistica.

Come abbiamo notato in questo spazio molte volte, i computer quantistici di domani saranno più potenti dei moderni computer digitali di oggi. La tecnologia quantistica sarà pronta a decrittografare i complessi algoritmi utilizzati dai sistemi di crittografia asimmetrica per proteggere quasi tutti i dati elettronici, inclusa la blockchain.

Perché alla fine la tecnologia blockchain utilizza ancora gli stessi blocchi costitutivi crittografici che sono a rischio di assalto computer quantico. Più in particolare, le blockchain fanno affidamento su ECC – Crittografia a curve ellittiche – per l'autenticazione che può essere interrotta dai futuri computer quantistici. Quindi, invece della risposta a tutte le nostre vulnerabilità alla cibersicurezza, le blockchain potrebbero diventare vulnerabili tanto quanto i browser Web, le VPN e altri sistemi.

Fortunatamente, il problema – la tecnologia quantistica – è anche la soluzione. Banche, governi e private cloud trasportano già generatori di numeri casuali quantici (QRNG) che proteggono le comunicazioni point-to-point con la stessa efficienza del pad di una spia.

Ancora più importante è lo sviluppo e l'implementazione di algoritmi resistenti ai quanti resistenti che possano rafforzare le difese di crittografia della blockchain. Proprio come la crittografia asimmetrica utilizza difficili problemi matematici per bloccare i computer classici, gli algoritmi resistenti ai quanti utilizzano problemi matematici ancora più difficili per bloccare un computer quantistico. Oggi l'Istituto nazionale degli standard e della tecnologia sta cercando di stabilire lo standard nazionale per questi algoritmi di prossima generazione. Molte società private stanno già sviluppando questi algoritmi: e alcuni stanno addirittura prendendo in mano la sfida di creare una tecnologia di blockchain resistente ai quanti.

Il Quantum Resistant Ledger basato su U.KK, ad esempio, sta sperimentando modi per creare una criptovaluta resistente ai quanti, con la "comprensione che gli schemi di firma crittografica esistenti più diffusi (come ECDSA [i.e. a variant of ECC]) nello spazio criptovaluta sono vulnerabili a un computer quantistico sufficientemente potente … "Un'altra azienda britannica, Ubiquicoin, ha annunciato il suo obiettivo di" diventare la prima blockchain resistente agli attacchi informatici di calcolo quantico ".

In definitiva l'aggiunta di effettive chiavi quantistiche al software blockchain e tutti i dati crittografati forniranno il prossimo livello di sicurezza sia nei computer classici che in quelli quantistici. Ma anche le chiavi quantistiche non sono la pallottola d'argento per porre fine a tutte le future minacce informatiche, non più della blockchain, e l'ammodernamento di una blockchain basata sulla classe per renderla resistente ai quanti richiederà molto tempo e denaro. I governi e le aziende devono iniziare a rendersi conto adesso, che nessuno vuole un prodotto basato su blockchain che sarà vulnerabile agli attacchi di domani, indipendentemente da quanto possa apparire sicuro oggi.

Source link